Dottorati di Ricerca

Italiano    English   

ACCEDERE AL DOTTORATO DI RICERCA CON UN TITOLO STRANIERO

    Ufficio Dottorati di ricerca   - email
   

Possono presentare domanda di ammissione al Dottorato tutti coloro che sono in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

  • Laurea specialistica o magistrale o Laurea rilasciata ai sensi dell'ordinamento previgente al D.M. 3 novembre 1999, n. 509 modificato con D.M. 22 ottobre 2004, n. 270, nonché titoli accademici di secondo livello ad essi equivalenti;
  • titolo accademico conseguito all’estero dichiarato equipollente.
Alcuni Dottorati possono richiedere un diploma di laurea specifico. L'informazione è contenuta nella "scheda di ammissione".

- - -

Il titolo accademico conseguito all’estero deve risultare comparabile per durata, livello e campo disciplinare al titolo italiano che consente l’accesso al Dottorato. L' idoneità del titolo ai soli fini dell'ammissione al Dottorato viene valutata dalla Commissione giudicatrice del concorso di ammissione, nel rispetto della normativa vigente in Italia e nel Paese dove è stato rilasciato il titolo stesso e dei trattati o accordi internazionali in materia di riconoscimento dei titoli di studio.

Concorso

I candidati devono avere conseguito il titolo di studio estero entro il 30 settembre 2017, per consentire l'eventuale richiesta di consulenze specifiche ai centri nazionali di informazione sul riconoscimento dei titoli esteri. La procedura di ammissione è esclusivamente telematica, e quindi è richiesto l'upload della scansione dei documenti che attestano il conseguimento del titolo.
Per documentare il conseguimento del titolo si richiede, in forma scansionata, il diploma di laurea originale. Se il percorso si articola in primo e secondo livello, vanno caricati entrambi i diplomi. Qualora il diploma originale non fosse ancora disponibile, sarà sufficiente - in questa fase - caricare un certificato di conseguimento del titolo emesso dall'istituzione che lo ha rilasciato.
Per documentare il percorso di studi effettuato si richiede il transcript of records o certificato degli esami di profitto.
Se la lingua del diploma o del certificato è diversa dall'inglese, i candidati dovranno caricare una traduzione in lingua inglese. In questa fase la traduzione potrà essere effettuata dai candidati stessi, che si assumono totalmente la responsabilità della veridicità della traduzione e della conformità all'originale.

- - -

E' interesse dei candidati fornire tutti gli elementi utili alla valutazione dei titoli di studio, soprattutto se il paese che li ha rilasciati hanno un sistema di istruzione non comparabile a quello italiano.
Si consiglia quindi di caricare ogni documento utile di cui i candidati siano in possesso. Le Commissioni d'esame si riservano di richiedere ai candidati di fornire ulteriore documentazione, se reputato necessario ai fini del riconoscimento dell'idoneità.
Chi presenta il Diploma Supplement Diploma Supplement potrà non presentare altra documentazione, purché il DS fornisca una descrizione completa della natura, del livello, del contesto, del contenuto e dello status degli studi effettuati.

- - -

Per la valutazione del titolo di studio risulta utile un database offerto dal CIMEA.

Immatricolazione

Ai fini dell'immatricolazione, i candidati dovranno produrre gli originali legalizzati di quanto scansionato in fase di ammissione.

- - -

Casi particolari

Per i Paesi che hanno aderito alla Convenzione dell’Aja del 5.10.1961, i documenti devono essere muniti di timbro Apostille apposto dalle competenti Autorità locali.
In virtù di convenzioni internazionali, gli atti rilasciati da alcuni Paesi europei (Belgio, Danimarca, Francia, Irlanda, Germania) sono esentati dall’obbligo di legalizzazione o Apostille.



Informazioni aggiornate al: 23.5.2017 alle ore 09:26