C.U.S.R.P. - Voci dal conflitto
documenti • statuto • presentazioni • contatti • links • iniziative

 

Voci dal conflitto.

 Israeliani e palestinesi a confronto.

(Ediesse, Roma 2002, 11 €)

raccoglie gli atti del seminario "Il conflitto Palestina-Israele: per una pace giusta e sostenibile" che si è svolto a Roma il 18-19 giugno 2001.


La storia del conflitto Palestina-Israele, anche in questa ultima e più drammatica fase, ha reso palese l'inadeguatezza di qualunque strategia di pace che poggi su una riduzione arbitraria della sua complessità. Per questo le autrici e gli autori - ebrei israeliani, palestinesi cittadini di Israele, palestinesi dei Territori Occupati, scienziate e scienziati,esponenti dei movimenti per la risoluzione non violenta del conflitto -ne offrono una rappresentazione non appiattita sugli schemi della belligeranza,recuperando la molteplicità delle tensioni che si sono venute creando tra le due parti, non solo sul piano degli interessi politici ed economici,ma anche su quello delle fratture sociali e culturali. Denunciano, da punti di vista differenti, l'ingiustizia dell'occupazione, la militarizzazione della società israeliana, la sottrazione di risorse vitali come l'acqua, la strategia di apartheid di cui i governi israeliani sono responsabili,l'insostenibilità degli interventi (e dei non interventi) del mondo occidentale. Si pone invece con forza, oggi più che mai, la necessità della mediazione internazionale in cui l'Unione Europea, per i suoi principi e per le sue leggi, superando l'impotenza attuale, può essere soggetto superpartes, al quale pure guardano le autrici e gli autori del volume.

Indice:

 

      I parte: Verso nuove rappresentazioni del conflitto.                                                           

    1. Nishul come concezione, ideologia, obiettivo, processo, politica e sistema;
    2. Il processo storico di nishul;
    3. Nishul operativo: l'occupazione consenziente;
    4. Il nishul nelle politiche del governo Sharon-Peres: sconfiggere i palestinesi;
    5. Un'unica via d'uscita: porre fine al nishul e smantellare la struttura del controllo;
    Riferimenti bibliografici;
 

      II parte: Condizioni di vita e condizioni per la pace.                                                      

    1. Il contesto;
    2. La situazione attuale;
    3. Militarismo;
    4. Conclusioni;

     

     III parte: Risorse ambientali e conflitto politico: il caso dell'acqua.

    1. Israele, Palestina e Medio Oriente: l'acqua, posta in gioco e arma di guerra;
    2. Il contesto mediorientale: tre risorse e tre paesi egemoni;
    3. A partire dall'acqua, ma non solo, le guerre;
    4. Siria debole, Palestina vulnerabile?;
    5. E adesso? Che se ne farā Israele della sua posizione di forza?;
    6. A conclusione di questo sguardo dall'alto. I nuovi eventi;
    7. Gli impatti ambientali del conflitto politico: tre sguardi a confronto;
    8. Occupazione militare e sostenibilitā ambientale;
    9. I nuovi soggetti della pace;
    Riferimenti bibliografici;

    1. Introduzione
    2. Il contesto geopolitico;
    3. Il dilemma ambientale della Palestina;
    4. Conclusioni;
    Riferimenti bibliografici
;

    1. L'acqua destinata all'irrigazione;
    2. L'acqua per usi domestici;
    3. Competizioni e conflitti connessi all'acqua;
    4. La dimensione internazionale;
    5. Meccanismi pericolosi;
    6. Conclusioni;
    Riferimenti bibliografici;

    1. Errori concettuali del progetto;
    2. Problemi ambientali specifici connessi al progetto della BEI per l'acqua della Cisgiordania;
    3. Mancanza di consultazione pubblica;
    4. Richieste;
    Riferimenti bibliografici;


     IV parte: Azioni per la pace: le iniziative internazionali.

 

    1. Solidarietā internazionale e contesto di riferimento;
    2. La cooperazione italiana: una strategia di concertazione internazionale;
    3. Palestinesi e israeliani a confronto;
    4. L'importanza della cooperazione per uscire dall'isolamento;
    5. La solidarietā nell'emergenza;
    6. Un ponte tra donne;
    7. Un ruolo politico per l'Europa;

    1. I nessi tra interventi di sviluppo e azioni per la pace;
    2. Coinvolgere i palestinesi;
    3. Risorse ambientali: un settore prioritario per i percorsi di pace;
    4. Il filo rosso che unisce gli interventi umanitari.


 

 per ulteriori informazioni:
Anna Gigli (Roma);
Valeria Chiadò Piat (Torino);
Alberto Clarizia (Napoli).