Informazioni sull'esame di stato

Informazioni sull'esame di stato

per gli studenti di ingegneria, in particolare (ma non solo) per i laureati nell'area dell'ingegneria dell'informazione. Qui trovate il bando, i moduli...

Seminario di etica e deontologia professionale

Le slide della presentazione 2017 e un po' di normativa sono disponibili qui.

Documentazione su etica e deontologia professionale

Nel "Documento emesso dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri e dalla Giunta del Collegio dei Presidi delle Facolta' di Ingegneria" (v. sotto), a pag. 11, e' riportata la bozza di programma per quanto riguarda la "Legislazione e deontologia professionale". A questo proposito, in biblioteca di Facolta' ci sono 5 copie del volumetto "Etica Professionale" redatto dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri (collocazione Cons.02/0098). Un'altra copia e' disponibile presso la biblioteca del DEEI. Il codice deontologico e' disponibile qui, e sulla pagina del sito web dell'ordine degli ingegneri di Trieste.

Per i laureati secondo il nuovo ordinamento

gli esami nuovi si svolgono piu' o meno cosi' (per ad esempio un ingegnere elettronico) - scritto, 3 o 4 ore, piuttosto generale, su "ingegneria dell'informazione" - scritto piu' specifico, lo stesso giorno, 3 o 4 ore, su come si imposta un progetto - PER JUNIOR (B): su una delle materie (a scelta del candidato) relative agli ambiti caratterizzanti; per un elettronico questi sono - biomedica - automazione - telecomunicazioni - elettronica - gestionale - informatica - PER SENIOR (A): su una materia relativa agli ambiti caratterizzanti e/o di curriculum; - prova pratica, qualche giorno dopo, 3 o 4 ore - PER IUNIOR (B): come sopra - PER SENIOR (A): come sopra nb puo' essere un progetto al computer (con Matlab, Simulink, Spice...) - orale, normalmente lo stesso giorno. Per biomedica e' possibile che ci siano 3 scritti: - elettronica biomedica e strumentazione biomedica - sistemi biologici di controllo - sistemi informativi ospedalieri e telematica sanitaria. Attenzione, il programma d'esame, per l'orale, prevede anche una parte su "Legislazione e deontologia professionale". E' disponibile della documentazione (v. sopra), ed e' possibile che l'Ordine organizzi, nei giorni fra la prima prova e l'orale, un seminario sul tema. Temi delle sessioni passate, per l'area dell'informazione, si possono trovare nella directory.

I laureati secondo il vecchio ordinamento

dal 2012 devono sostenere l'esame come i laureati con il nuovo ordinamento (ricorsi al TAR a parte). Prima, funzionava cosi' (in particolare, per i laureati in lauree dell'area di ingegneria dell'informazione):
Per i laureati secondo il vecchio ordinamento rimane l'esame di stato "vecchio" che prevede uno scritto e, qualche settimana dopo, un'orale. Tuttavia dal 2004 sono cambiati gli esami di abilitazione, che si possono "riferire prevalentemente" ai seguenti rami: - informatica - biomedica - telecomunicazioni - elettronica. Lo studente dovra' scegliere nella domanda il ramo (prima invece l'unico ramo per un laureato in ing. elettronica era "elettronica"). Quindi uno studente interessato allo scritto di telecomunicazioni, ad esempio, non deve indicare "ramo elettronica, indirizzo telecomunicazioni", bensi' "ramo telecomunicazioni" (senza indirizzo). A ciascun ramo corrisponde la possibilita' di scelta di due scritti. In pratica allo scritto lo studente puo' scegliere fra 2 temi, uno, uguale per tutti, di "elettronica in senso lato", ed uno specifico per l'indirizzo scelto, con l'avvertenza pero' che il tema specifico di elettronica e' in verita' di controlli (chi e' quindi interessato a controlli dovra' indicare nella domanda "ramo elettronica e indirizzo controlli"). Per gli altri non serve indicare indrizzo. Per biomedica lo scritto puo' riguardare: - elettronica biomedica e strumentazione biomedica - sistemi biologici di controllo - sistemi informativi ospedalieri e telematica sanitaria Copia di scritti delle sessioni passate, per l'area dell'informazione, e' disponibile presso il prof. Carrato.

Normativa... (in ordine cronologico)

Decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n.328 DPR con informazioni generali, ed individuazione dei settori. Vedere in particolare gli art. 1, 2, 5, 8, 45-48. Ord. Min. 12/03/02. Documento emesso dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri e dalla Giunta del Collegio dei Presidi delle Facolta' di Ingegneria con le linee di indirizzo. Tra l'altro, a pag. 11 c'e' una bozza di programma per quanto riguarda la Legislazione e deontologia professionale.